banner0d
 
Rinnovamento nello Spirito Santo RnS Puglia - Livello Diocesano
REGISTRAZIONE d6d62
calendarioeventi cc54c

Abbiamo 26 visitatori e nessun utente online

  • Ultimi aggiornamenti: 14 Agosto 2019.
image c7baa
DALLE DIOCESI
260px Regione ecclesiastica Puglia 79a37
MISSIONE CARCERI
MISSIONE AL CARCERE MINORILE 72664
FORMAZIONE
formazione
ROVETO ARDENTE
roveto ardente 148aa

colomba TRASP  RnS Puglia - Rinnovamento nello Spirito Santo

Il livello diocesano 2019-2023

Pin It

IL LIVELLO DIOCESANO - MANDATO PASTORALE 2019-2023

DIOCESI COORDINATORE DIOCESANO MEMBRO CDS MEMBRO CDS
BARI-BITONTO Don Massimo Ghionzoli Ada De Donno Domenico Cervelli
BRINDISI-OSTUNI Vittorio Ragusa Elisa D'Elicio Antonella Di Coste
CASTELLANETA Giuseppina Sannelli Salvatore Domenico Anna Giotta
FOGGIA-BOVINO Luigi Mucciarone Pia Ciannameo Maria Gabriele
LECCE Luca Maggiore Valentina Ronzino Marisa De Giovanni
OTRANTO Cristian Sticchi Francesco Marsella Francesca Sticchi
SAN SEVERO Lia Mondelli Giovanni Mascolo Mario Maria Concetta Macchia
TARANTO Rossella De Bartolomeo Giovanni Galeone Adriana Catucci
TRANI-BARLETTA-BISCEGLIE Mino Lorusso Scipione Bucci Francesca Grumo
CERIGNOLA-ASCOLI SATRIANO Patrizia Caggiano    
CONVERSANO-MONOPOLI Vitantonio L'Abbate    
MANFREDONIA-VIESTE-SAN GIOVANNI ROTONDO Libero Riccardi    
NARDO'-GALLIPOLI Fabiana Abadessa    
UGENTO-SANTA MARIA DI LEUCA NOMINA REFERENTE     
ALTAMURA-GRAVINA-ACQUAVIVA DELLE FONTI NOMINA REFERENTE     
ANDRIA NOMINA REFERENTE     
LUCERA-TROIA NOMINA REFERENTE     
MOLFETTA-RUVO-GIOVINAZZO-TERLIZZI NOMINA REFERENTE     
ORIA NOMINA REFERENTE     
 
IL COORDINATORE DIOCESANO (ART. 13)
§ 1. Il Coordinatore diocesano è eletto dal Consiglio diocesano. Dove è istituito il Comitato diocesano di servizio, è eletto fra i suoi componenti
.§ 2. Spetta al Coordinatore diocesano:
a) convocare e presiedere il Comitato diocesano di servizio e il Consiglio diocesano;
b) promuovere azione di comunione fra le realtà locali, nonché fra queste e il livello regionale e nazionale;
c) coordinare le iniziative volte alla missione e alla diffusione della grazia del Rinnovamento nello Spirito Santo;
d) favorire forme di collaborazione con le realtà ecclesiali presenti in diocesi;.
e) rappresentare l’Associazione presso il Vescovo e gli organi pastorali della diocesi, conferendo allo scopo eventuali deleghe.
 IL COMITATO DIOCESANO DI SERVIZIO (CDS) (ART. 12)
§ 1. Il Comitato diocesano di servizio viene costituito nelle diocesi dove sono presenti Cenacoli, Gruppi e Comunità, tenuto conto del numero delle realtà locali presenti in diocesi, secondo le modalità stabilite dal Regolamento interno dell’Associazione.
§ 2. Spetta al Comitato diocesano di servizio:
a) promuovere la diffusione della grazia del Rinnovamento, anche attraverso la costituzione di nuove realtà locali;
b) promuovere l’identità carismatica dell’Associazione e assicurare il senso di appartenenza secondo gli indirizzi generali dell’Associazione, anche in relazione ai mezzi di sostentamento;
c) attuare con il Consiglio diocesano le attività programmate;
d) sostenere e verificare, in un fraterno accompagnamento, l’attività pastorale delle realtà locali;
e) riconoscere le realtà locali, previo parere del Consiglio regionale.
§ 3. Il Comitato diocesano di servizio è presieduto dal Coordinatore diocesano di cui all’art. 13. Dove non sia costituito il Comitato diocesano di servizio, il Coordinatore diocesano ne assume le competenze in stretta collaborazione con il Consiglio diocesano§ 4. Nelle Diocesi con meno di tre realtà locali, sarà nominato dal Consiglio regionale un Referente diocesano. 
IL CONSIGLIO DIOCESANO (ART. 11)
§ l. Il Consiglio diocesano è composto dai coordinatori delle realtà locali, dal Comitato diocesano di servizio, ove istituito, e dal Coordinatore diocesano.
§ 2. Spetta al Consiglio diocesano:
a) favorire l’unità e la fraterna collaborazione fra le realtà locali;
b) attuare gli indirizzi generali dell’Associazione stabiliti dagli organi regionali e nazionali;
c) approvare le attività comuni proposte dal Comitato diocesano di servizio nell’ambito delle competenze di cui all’art. 12 § 2;
d) assolvere agli altri compiti previsti, a livello diocesano, dal Regolamento interno dell’Associazione;
e) eleggere i componenti del Comitato diocesano diservizio, ove istituito.
UA-27328182-1